Novità

Ufficializzato il matrimonio fra CSF Carmagnola e Torino FC Academy: iniziative dal 1 luglio



Teo Coppola della Torino FC Academy e Alessio Russo, presidente CSF Carmagnola


Modificando una celebre espressione di manzoniana memoria con “Questo matrimonio s’ha da fare”, esprimiamo di fatto l’accordo formalizzato nella conferenza dello scorso 24 giugno, presso il palazzetto dello sport di corso Roma, 24 a Carmagnola nel rispetto delle norme anti - Covid.

La sinergia tra CSF Carmagnola e Torino FC Academy ha quindi sancito l’inizio di una partnership voluta fortemente da tempo, ora divenuta realtà, solo posticipata per motivi organizzativi e per le problematiche della pandemia.

Data ufficiale in cui però partiranno le iniziative dell’Academy sarà il prossimo 1 luglio e, pochi giorni dopo, dal 5, il via alle giornate dell’Open day riservate alle categorie giovanili

Presenti alla conferenza stampa indetta dalla società calcistica, oltre al presidente Alessio Russo, al direttore generale Giulio Serratore e al segretario Giuseppe Anzelmo, una rappresentanza del Torino FC Academy, composta dal responsabile Teodoro Coppola, dal direttore del settore giovanile Massimo Bava e dell’allenatore della Primavera granata Federico Coppitelli.



Teodoro Coppola con Massimo Bava e il sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio (foto Sabre)


A dar manforte alla presentazione anche il vice presidente del CSF Carmagnola Gian Piero Petronio, il delegato sportivo alle relazioni con il Comune Federico Bianco e l’ex patron della squadra biancoazzurra Bartolo Camisassa, nonchè il sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio, accompagnata dall’assessore allo Sport Massimiliano Pampaloni.

Ad esordire il presidente CSF Russo: «Come probabilmente avrete appreso dagli organi di stampa, il CSF da settembre avrà a disposizione due nuovi campi a 11, oltre all’attuale struttura.

Per queste operazioni rivolgo in primis il mio grazie al sindaco Ivana Gaveglio, all’assessore allo sport Massimiliano Pampaloni, a Renato Crivello e l’ufficio tecnico e all’ufficio sport, nella persona del signor Demarchi. Queste ulteriori risorse determineranno un passaggio indispensabile per la crescita organizzativa e tecnica. Proprio per questa voglia che la nostra società ha nel crescere, nello strutturarsi e di formarsi a tutti i livelli, questo progetto coinvolgerà non solo allenatori e bambini, ma anche genitori e dirigenti».



Lo staff del CSF, il sindaco Gaveglio, l'assessore Pampaloni e la Torino FC Academy (foto Sabre)


Sul progetto Academy: «Abbiamo saputo aspettare due anni di fidanzamento con il Torino, sfociati finalmente quest’anno in un matrimonio. Ringrazio l’amico Teodoro “Teo” Coppola, direttore dell’Academy del Torino che ci sta regalando questa bella occasione di crescita, la Joma nella persona del carmagnolese Alessandro Annibale e nostro storico sponsor tecnico, sempre pronto a darci una mano a 360 gradi. Oggi abbiamo anche l’onore e il piacere di avere ospiti Massimo Bava, direttore del settore giovanile del Torino calcio e il mister della Primavera granata Federico Coppitelli. Sicuramente un ruolo importante lo rivestirà il responsabile della scuola calcio Silvano Benedetti, oggi purtroppo assente. Un grazie anche tutto lo staff CSF, il direttivo, il signor Federico Bianco e i mister che si sono subito messi a disposizione sotto tutti gli aspetti. Abbiamo tante motivazioni, centrato i nostri obiettivi e ora non ci resta che rimboccarci ulteriormente le maniche e far sì che Carmagnola sia un luogo prestigioso per tutta l’attività della scuola calcio e del settore giovanile».


Un momento della conferenza stampa (foto Sabre)


Un concetto base espresso da Teo Coppola: «Questo momento di grande empatia non deve solo esserci ora, ma sempre, soprattutto quando io o i miei collaboratori verremo per quello che definisco il nostro ‘workshop family’, per far capire che ogni genitore ha il diritto di sapere che progetto c’è sui propri figli calciatori.

Il Torino è una società seria, che cura i particolari e c’è bisogno di ragazzi ben educati in strutture serie, quindi un plauso a tutti i curatori. Non dobbiamo però creare nessuna falsa illusione o aspettativa immediata, perché non è che domani mattina porteremo un bambino al Torino, non funziona così».

La parola infine a Massimo Bava: «Coppola è un fenomeno delle Academy e delle società affiliate. Ne ha fatte nascere più di 60 in Italia, 4 -5 all’estero. Quello che nel nostro piccolo offriamo, lo mettiamo in atto attraverso avvenimenti, partite e tornei. L’obiettivo nostro è quello di lavorare e cercare dei punti dove crescere come nel caso di Carmagnola. Sono amante delle strutture e dell’organizzazione e Teo mi ha parlato qualche giorno fa di un centro bellissimo come Carmagnola. Non me lo ricordavo, ho colto l’occasione quindi di venirlo nuovamente a vedere anche insieme a mister Coppitelli. Vi devo fare davvero i complimenti, perché un’amministrazione e una società che ragionano con investimenti per dare sfogo allo sport nel proprio territorio non ce ne sono tante, ve lo posso garantire. A Carmagnola mi legano inoltre ricordi di calciatore, fino alla Serie D. Ho militato in particolare nel Nizza Millefonti e nel Bra. Io ora ho 57 anni, ma ho ancora in mente da avversario un emozionante Carmagnola - Bra 2-2. Ora la vita mi ha riportato piacevolmente qui».

La strada intrapresa è quella giusta, quindi via al corso CSF Carmagnola – Torino FC Academy.