Partite

Primo ko per 3-1 in casa contro Carignano in casa: non basta Camisassa

Squadra trafitta dai colpi di Barbero (doppietta) e Meitre, non convalidata la possibile rete di Pintori

Il gol dell'1-3 ad opera di Camisassa per il CSF


Non riesce il controsorpasso del CSF Carmagnola nei confronti del Pancaliericastagnole, ieri vittorioso nell’anticipo di Promozione, per 2-1, sul campo dell’Infernotto e che torna quindi in testa a quota 22 punti.

I biancazzurri di mister Contieri (ora a 20 punti in compartecipazione con il Cavour) incappano in quella che è di fatto la prima sconfitta stagionale, subendo la batosta inflitta dai biancorossi rigenerati dalla cura Aldo De Vincenzo, neo tecnico biancorosso. Sconfitta che non deve essere un dramma per la selezione locale, ma una sprone a credere di cavalcare il sogno di una grande stagione.

Per la cronaca CSF privo del portiere titolare Nicholas Lentini fuori per problemi fisici e sostituito dal secondo Abbà. Carignano invece tenta la prima impresa nell’ottenere i primi tre punti del torneo, riuscendo con un successo di 3 reti a 1.


Gabriele Pintori


Nel primo tempo al 6’ Barison per il CSF calcia in area in girata alto sopra la traversa, servito da Carluccio dalla destra. Al 18’ sugli sviluppi di un contropiede ospite Barbero ottiene l’1-0 con un rasoterra che coglie impreparato l’estremo difensore carmagnolese. Suo il raddoppio alla mezz’ora con un tiro prima deviato da Abbà, ma che compie una strana traiettoria tanto da incocciare l’incrocio e terminare in rete.

Nella ripresa il CSF prova furente la rimonta, anche se il Carignano, da una punizione, trova il 3-0 su punizione di Meitre. 1-3 dei locali con la rete in mischia al 65’ del difensore Davide Camisassa, al suo secondo gol consecutivo in campionato. Gol probabilmente regolare di Pintori per il possibile 2-3 CSF non convalidato invece dall’arbitro.

Finale di partita incandescente, con qualche scaramuccia per fortuna subito seduta.

Testa bassa e pedalare, come si suol dire in questo caso, il campionato può riservare ancora tante insidie, come la partita di domenica prossima 14 novembre, nella delicata sfida contro il Busca, attualmente quarta forza della competizione. Col gruppo, però, insegna il mister, nulla è impossibile.